5 assaggi, 5 regali e 5 appuntamenti: a Bergamo è arrivato il Villaggio di Natale

Tra le casette e le luci del piazzale degli Alpini, insieme a Giulio Zambelli dell’Associazione Notér de Bèrghèm ci  immergiamo nelle atmosfere e nella storia di questa tradizione natalizia bergamasca.

Dopo undici anni, il tradizionale appuntamento con il Villaggio di Natale torna in città. Fino al 26 dicembre, dalle 9.30 fino alle 19.30, il piazzale degli Alpini sarà animato da tutta la poesia dei tradizionali mercatini di Natale. Immersi  nei profumi  e nelle atmosfere più dolci del periodo natalizio, sentiamo già profumo di festa.

Ma come nasce l’idea del Villaggio di Natale? Come si è evoluta la riqualificazione di quest’area della città negli anni e quali novità sono state apportate? E soprattutto, cosa ci aspetta? Per scoprirlo, siamo andati all’inaugurazione del Villaggio di Natale sabato 17 novembre, per incontrare Giulio Zambelli, presidente di Anva Confesercenti e Promozioni Confesercenti e membro dell’Associazione Notér de’ Bèrghèm, che riporta la magia del Natale a Bergamo ogni anno.
Ecco qui il risultato della nostra chiacchierata.

Stimolati dalle mille sfaccettature del Villaggio di Natale (e sospinti dalla nostra insaziabile curiosità), dopo l’intervista con Giulio Zambelli, abbiamo deciso di stilare tre classifiche delle cose imperdibili di questa 11° edizione del Villaggio di Natale, sotto la sua supervisione.

Tra le 32 casette e le rispettive 32 diverse tipologie di prodotti, ecco cosa abbiamo selezionato per voi.

Cinque piatti per insaziabili golosi

Accompagnati da un buon bicchiere di vin brulé bollente o ad un’ottima cioccolata calda, ecco i cinque assaggi (dolci e salati) per assaporare al meglio lo spirito del Villaggio di Natale 2018:

  • Assaggio novità: tra le new entry imperdibili di questa edizione, non possiamo che mettere al primo posto il dolce ungherese, direttamente da Budapest, in tutte le sue golosissime varietà.
  • I sapori tedeschi e austriachi: bretzel dolci, salati, da soli, imbottiti e chi più ne ha più ne metta, ma anche grandi classici come il wurstel e crauti sono tra le specialità imperdibili del Villaggio.
  • Sapori d’infanzia: tra i dolci scampanellii, lucine e pacchettini, le fragole e castagne con cioccolato sono in assoluto l’assaggio che ci scalda di più il cuore. E, parlando d’infanzia, merita anche la casetta dedicata a dolci e caramelle, con una selezione infinita di torroni.
  • Da regalare: formaggi e salumi non sono solo ottimi alleati su ogni tavola, ma anche un’ottima idea regalo per chi, a presepi e palle con la neve, preferisce dell’ottima gastronomia. Perfetti per un dono anche i mieli, dai classici millefiori, passando per la lavanda e il rosmarino, fino ai più ricercati mieli al pistacchio e al tartufo.
  • Assaggiati da Eppen: cime di rapa, patate e rosmarino, cipolle e uvetta, peperoncino: non è la lista della spesa, ma alcune varietà di taralli che abbiamo assaggiato per voi. Da gustare in questo ordine se volete coglierne ogni sfumatura di sapore. Il nostro verdetto? Cipolle e uvetta vince a mani basse.

Cinque idee regalo salvavita

  • Regalo novità: anche tra le casette dei regali c’è una new entry: le bellissime ceramiche di Bassano del Grappa, per la prima volta presenti al Villaggio. Piattini, cesti, portaburro, lattiere, portaposate, ciotole e chi più ne ha più ne metta. Avrete solo l’imbarazzo della scelta.
  • Evergreen: avete perso il pastorello o il gatto domestico ha demolito la vostra collezione di addobbi durante il Natale 2017? Nessun problema, tra presepi in legno dal Trentino, ghirlande, tovagliette natalizie e decori per rimpolpare il vostro abete, anche per quest’anno il Natale è salvo.
  • Testa calda, piedi caldi: cuffie e cuffiette con i personaggi dei cartoni e buffi animaletti fatti a maglia per i bimbi, simpatici calzettoni multicolore e ciabatte in lana cotta per tutti: rallegrano , combattono i geloni o tengono al calduccio le orecchie. Testa e piedi ringraziano.
  • Musica francese: gran ritorno nel campo musicale per le casette natalizie, con l’arrivo degli strumenti in legno direttamente dalla Francia. Fischietti, maracas, flauti sono tra i regali più creativi che è possibile trovare curiosando tra le casette.
  • Belli e profumati: concludiamo la rassegna con una idea regalo profumatissima. Sì, perché al Villaggio potete trovare una vastissima selezione di saponi, saponette, oli profumati, creme per il corpo o per il viso con una gamma olfattiva invidiabile.

Cinque appuntamenti per i bimbi

  • Balocchi e profumi: d’accordo, i doni li portano già Babbo Natale e Santa Lucia, ma nel caso quest’anno i vostri bimbi siano stati particolarmente buoni, tanto vale dare una piccola occhiata alla deliziosa casetta dedicata ai giocattoli.
  • Acrobati e Saltimbanchi: se siete fortunati, al Villaggio di Natale potrete incontrare anche abili saltimbanchi, giocolieri e acrobati itineranti che intratterranno i vostri piccoli, coinvolgendoli in giochi e spettacoli sorprendenti.
  • Un trenino, una garanzia: per la gioia di tutti i bimbi, sul piazzale degli Alpini anche quest’anno fa la sua comparsa il coloratissimo trenino. E allora: tutti in carrozza!
  • Visita di Santa Lucia: tra gli appuntamenti di questa edizione, fa capolino anche l’attesissimo incontro con la santa più amata di tutta Bergamo: chissà che durante i prossimi giorni non possiate incontrare proprio Santa Lucia in carne ed ossa?
  • Messa di Mezzanotte: per chiudere in bellezza, non mancate alla tradizionale messa di Mezzanotte indetta dall’Associazione Notér de Bèrghèm insieme alla Caritas.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi