Tutto pronto per l’undicesima edizione del festival Presente Prossimo

Torna la rassegna di narratori italiani che propone incontri con scrittori famosi, voci nuove, saggisti e quest’anno anche “alpinisti-narratori”. E oltre le parole, le immagini di Cinema Italia.

Anche se i dati riguardo i lettori in Italia non migliorano, Bergamo può essere considerata un’isola felice. Infatti, in città e provincia sono organizzate diverse manifestazioni riguardo i libri e la lettura che riscuotono sempre successo, interessando il pubblico di tutte le età.

Uno di questi appuntamenti si svolge in inverno in alcuni comuni della valle Seriana e della bassa pianura. Si tratta del festival dei narratori italiani PresenteProssimo, promosso dal Sistema bibliotecario Valle Seriana e dal Sistema culturale integrato della bassa pianura bergamasca e realizzato con il sostegno di Regione Lombardia e una serie di sponsor e partner.

Quest’anno spegne 11 candeline e con il tempo è riuscito a ritagliarsi uno spazio significativo nella vita culturale bergamasca, come dimostra ad esempio la media di 300 spettatori ad appuntamento. Inoltre è riuscito a diventare uno dei principali festival letterari lombardi fra quanti si svolgono lontano da una grande città.

Caratteristica della manifestazione è quella di ospitare scrittori di rilevanza nazionale, vincitori o finalisti di importanti premi, nomi già conosciuti o da scoprire, voci che si sono distinte nel panorama letterario italiano.

L’undicesima edizione del festival durerà tre mesi: comincerà sabato 10 novembre e si concluderà a febbraio, facendo tappa in 15 comuni della provincia. Il primo incontro sarà sabato 10 novembre alle 20,30 a Villa di Serio al cineteatro Don Bosco (via Locatelli, 6) dove interverrà il celebre arrampicatore Maurizio “Manolo” Zanolla. Famoso anche oltre i confini nazionali, pioniere dell’arrampicata ibera, ha racconto nel libro Eravamo immortali, le sue scalate e le esperienze più significative.

Scopriamo cosa c’è in programma, tra conferme e novità.

Scrittori

Gli incontri con gli autori costituiscono la parte principale di PresenteProssimo. Quest’anno saranno ospiti: l’autrice di romanzi fantasy Licia Troisi (17 novembre a Caravaggio), la scrittrice Mariapia Veladiano (sabato 1 dicembre ad Albino), vincitrice del Premio Calvino nel 2010 e seconda al Premio Strega 2011 con il suo primo romanzo “La vita accanto”; la nota scrittrice Margherita Oggero, dai cui libri sono nati anche film e serie tv come Provaci ancora prof con Veronica Pivetti; la scrittrice-medico Giuseppina Torregrossa; scrittrice, giornalista e blogger Claudia De Lillo in arte Elasti; la vincitrice del Premio Elsa Morante 2010 e del premio Campiello 2016 Simona Vinci (nella foto); il pluripremiato Matteo Righetto, apprezzato anche dalla critica statunitense; il famoso collettivo di scrittori Wu Ming; Roberto Cotroneo, protagonista della vita culturale italiana e Marco Balzano, vincitore del premio Campiello nel 2015 e finalista all’ultimo Strega.

Saggisti

Per il quarto anno consecutivo sarà proposto Alfabeto del presente, ossia incontri con studiosi ed esperti per approfondire e riflettere su alcuni temi chiave della contemporaneità e offrire spunti di riflessione. Quest’anno saranno il giornalista Furio Colombo (venerdì 16 novembre a Romano di Lombardia che tratterà attorno alla parola clandestino), il sociologo Carlo Bordoni (venerdì 23 novembre a Gandino che approfondirà il tema crisi), lo storico Alessandro Barbero (nella foto) (sabato 15 dicembre a Treviglio parlerà di Caporetto) e il giornalista Ezio Mauro (data ancora da definire, ma a febbraio a Nembro).

Alpinisti-narratori

É la novità di questa edizione: si chiama Montes ed è una sezione del festival, realizzata in collaborazione con l’associazione Gente di Montagna, che propone incontri con alpinisti nelle vesti di narratori o scrittori con la capacità di descrivere la montagna in tutte le sue sfaccettature, non soltanto sul piano naturalistico.
Per questa nuova proposta sono stati chiamati:
l’arrampicatore Maurizio Zanolla noto come Manolo, il cui incontro inaugura il festival, lo scrittore Sandro Campani (venerdì 30 novembre a Parre), l’alpinista Emilio Previtali (sabato 9 febbraio a Clusone).

Cinema

É l’appuntamento tradizionale del festival che ne arricchisce il calendario. Si chiama Cinema Italia – Le nuove vie del cinema italiano contemporaneo e offre l’occasione di guardare alcuni dei film più interessanti e alternativi del cinema italiano contemporaneo. Titoli anche premiati e con nomi significativi alla regia o tra gli interpreti, accompagnati da approfondimento a cura di Pietro Bianchi. Le pellicole saranno: Sulla mia pelle, Una storia senza nome, Figlia mia, La terra dell’abbastanza, Lazzaro felice, Troppa Grazia, Dogman.

Le proiezioni si terranno al cinema Conca Verde di Bergamo (via Mattioli, 65), dal 4 dicembre 2018 al 29 gennaio 2019, per 7 martedì con inizio alle 21 (Ingresso: 5,50 intero – 5.00 ridotto).

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi