Dove fare il picnic a Pasquetta (meteo permettendo)

Dagli eventi organizzati alle mete preferite dai bergamaschi, con qualche suggerimento su come organizzarsi

Arriva Pasquetta e che si fa? Picnic? Chiedetelo prima al meteo che a quanto pare rischia come sempre di rovinare la festa. Scongiuri a parte, il day after Pasqua è la giornata delle scampagnate tra amici, parenti e quelli dell’ultimo minuto che si svegliano tardi. Che sia in un parco o vicino a una chiesa del XII secolo le idee per un’uscita fuori porta in mezzo al verde non mancano. Una coperta, un cestino e un menù ricco e gustoso è tutto quello che serve per un pranzo all’aria aperta.

Il Picnic condiviso a San Tomé
Dopo il successo della prima edizione torna il picnic condiviso (a pagamento) della Pro Loco di Almenno San Bartolomeo supportata dal Gruppo Alpini nei prati adiacenti alla celebre chiesa romanica dall’inconfondibile pianta rotonda che tutto il mondo ci invidia.
Le iscrizioni sono aperte fino a domani (per info contattare la Proloco al tel. 035/553205) ma bisogna affrettarsi: i posti sono già andati quasi tutti (costa solo 10 € a testa, 5 per gli under 15). Come mai tutto questo successo? Beh una location strepitosa e tanti giochi per i bimbi al pomeriggio. E poi c’è lo spirito della condivisione. Il cibo portato da casa, infatti, potrà essere offerto anche agli altri partecipanti. Tutto il resto dall’acqua (mezzo litro a testa) al vino (1 bottiglia ogni due adulti) ma anche dolce, caffè, coperto usa getta e i tavoli saranno offerti in loco. Il ritrovo è dalle 11.30 alle 12.45 e alle 13.00 si mangia tutti insieme.
L’evento è family friendly: nel pomeriggio ci saranno animazione e divertimento per bambini con una simpatica caccia agli ovetti, truccabimbi e palloncini modificabili. Alle ore 18.00 sarà celebrata anche la Messa nella chiesa. Se non ci siete mai entrati fatelo: rimarrete a bocca aperta.

A Cologno al Serio tra il Parco e la Rocca
Pasquetta è anche cultura. E allora fare un salto a Cologno al Serio, il paese delle quattro porte ubicate lungo un fossato del XIII secolo e a guardia di un borgo medioevale e di una Rocca da scoprire.
In occasione delle visite guidate delle “Giornate dei castelli, palazzi e borghi medievali” la Proloco organizza infatti dalle 10.00 alle 17.30 visite guidate al borgo storico (costo 3 €, gratis per bambini sotto i 12 anni) mentre dalle 12.00, nel verde del Parco della Rocca, tutti seduti per il picnic di Pasquetta con la possibilità di portare il proprio cestino autonomamente oppure lasciarsi deliziare dalle prelibatezze alla griglia preparate dagli Alpini del paese.
Per tutta la giornata saranno presenti i giochi in legno, che accenderanno la sfida tra grandi e piccini.
Infine, un doppio laboratorio per musicisti il 30 aprile, con l’associazione Ottimo BACH – Scuola di Musica e del Rumore. I più piccoli (6-8 anni) dalle 16.30 alle 17.30, e i grandi di 9-10 anni dalle 17.30 alle 18.30 scopriranno che diventare musicisti può essere complicato, più intelligenti con la musica, facilissimo.

Grigliata al Beach Village Scanzorosciate
Pasquetta in spiaggia? Non al mare certo ma al Beach Village Scanzorosciate sede dell’evento perfetto per chi vuole divertirsi, giocare e farsi la classica grigliata.
L’evento è ovviamente aperto agli amanti del beach volley: i tornei (a pagamento) sono al coperto dentro il pallone pressostatico chiuso e riscaldato. La formula è torneo 4 contro 4 misto (due uomini e due donne): si gioca tutto il giorno dalle 9.30 in poi con pausa per la grigliata. Tra spiedini, cotechini, braciole e salsicce ci sarà da leccarsi i baffi: alla griglia infatti ci saranno gli specialisti di BBQ Grill&Burger.
Ovviamente hamburger o grigliate sono a disposizione anche per i non iscritti ai tornei. L’evento si svolgerà con qualsiasi condizione meteo: i campi sono coperti e la zona ristoro ha sia una parte scoperta nell’area verde sia una parte coperta.
Per info e iscrizioni info.beachvillage@gmail.com, 3756079951, o rivolgersi al centro.

Picnic free: dove andare?
Gli eventi organizzati non fanno per voi? Allora munitevi di pietanze e bibite varie e salite più in alto possibile dove nessuno (si spera) l’ha pensata come voi.
Tra le mete più ambite citiamo ovviamente “sua maestà la Maresana, ma anche l’Oasi di Seriate (foto sopra) o la località Pratolina a Pradalunga nelle vicinanze del Santuario della Forcella. E poi ancora Crespi d’Adda con gita al villaggio operaio, il santuario della madonna della Castagna alle porte di Bergamo, i lidi sul lago d’Iseo, i colli di San Fermo, la pineta di Piario, il lago di Carona, la grotta Buco del Corno di Vigano San Martino. Non resta che preparare il cestino di vimini e la tovaglia a quadretti.

E ora il punto cruciale: cosa mettere nel cestino?
Il picnic presuppone piatti veloci, ma soprattutto facili da preparare. Largo quindi a pasta fredda, torte salate farcite di verdure, frittate, affettati, formaggi. Non fate mancare le uova: sode o tagliate a metà. Un’idea vincente? Le crudités di verdure: dalle carote al sedano, passando per i peperoni. Si possono servire in pinzimonio oppure accompagnate da una leggera salsa allo yogurt. E non dimenticate di accompagnare il tutto con un bel cestino di pane e grissini rustici. E siccome non deve mancare niente come frutta fragole a raffica: al naturale, con zucchero e limone, accompagnate da un cucchiaio di crema o da qualche scaglia di cioccolato dell’uovo di Pasqua che il vostro amico ha portato (si spera buono). Buona scampagnata!

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi