C’è l’Orobie Beer Festival e noi vi consigliamo 10 birre artigianali da provare

Dal 20 al 23 giugno al Lazzaretto di Bergamo, con il mitico muro di birre di 80 spine

Birra, birra e ancora birra. Ovviamente artigianale. Dal 20 al 23 giugno al Lazzaretto di Bergamo è di scena l’Orobie Beer Festival, il festival bergamasco dedicato alla degustazione delle migliori birre artigianali dall’Italia e del mondo.

Mi sento il cuore a birre” è lo slogan dell’evento che approda alla sua seconda edizione in città (per anni si è tenuto all’Abbazia di Sherwood a Caprino). Birrofili e birrai si daranno appuntamento davanti alla lavagna del beer wall, un muro di birre che ospiterà 80 spine, ognuna di un birrificio differente, per un totale di circa 160 tipologie di birre a rotazione nei quattro giorni dell’OBF.

L’Italia la fa da padrona ma non mancheranno una trentina di birre straniere: si va dalle classiche Pils e Ipa, alle più innovative Neipa, passando per delle vere e proprie chicche alla spina come la leggendaria belga Cantillon, quelle a fermentazione spontanea o tripla, fino alle birre prodotte con l’aggiunta di mosto di vino o frutta.

Insomma saranno quattro giorni tra malti, luppoli e lieviti con tanto di evento poetry slam (venerdì 21): uno spettacolo inedito con i poeti e gli improvvisatori della Lips, la Lega Italiana Poetry Slam. Ovviamente sarà attivo anche il servizio ristoro (cucina, pizza, piatti freddi) a cura dello staff dell’Happening Delle Cooperative Sociali. E poi l’immancabile artigianato locale, bancarelle e giochi per bimbi.

Come funziona
L’Ingresso sarà gratuito e per degustare le birre è necessario acquistare uno Starter Pack (5 euro) che comprenderà il bicchiere serigrafato OBF in policarbonato, lavabile in lavastoviglie e indistruttibile, e due degustazioni da 10 cl.
Se non vi basta si potranno assaggiare tutte le birre che volete (sempre 10 cl) acquistando liberamente i gettoni (1,50 € ciascuno). Ricordiamo che le birre sono selezionate da Frimid Ale, leader italiana della distribuzione italiana di birre artigianali da tutto il mondo. All’azienda si deve l’organizzazione di OBF in collaborazione con Alchimia Società Cooperativa Sociale, Abbazia Di Sherwood, BBF – Brianza Beer Festival, Bergamo Infrastrutture, Comune di Bergamo.

Piccoli (artigianali) vs Big (industriali)
Lo scopo dell’evento è la promozione della birra artigianale: un settore in grande espansione ma ancora una piccola fetta di mercato rispetto ai big della birra industriale. OBF nasce proprio per far conoscere quella che non è più una sottocultura hipster ma un vero e proprio cambiamento in atto nei gusti dei consumatori: un po’ alla volta abbandonano la birra mainstream per esplorare sapori più raffinati e conoscere brand nuovi e indipendenti.
Non a caso all’OBF saranno presenti mastri birrai di livello nazionale, pronti a fare da tutor dietro le spine, a spiegare ogni loro creazione e a consigliare la birra che va per voi.

Allora siete pronti a diventare brassic(u)ltori? Ecco allora le 10 birre assolutamente da provare all’OBF. Di ciascuna vi diamo anche due notizie essenziali così potrete fare una figura (quasi) da intenditori.

BIRRA ELVO – GRAGLIA (BIELLA) – PILS 5,0%
Una Pils in pieno stile teutonico che nasce con l’acqua della fonte Lauretana, da fare invidia a qualsiasi tedesco amante del genere. Chiara, maltata al punto giusto e lievemente amara: grande capacità di invitare ad un nuovo sorso.

ALMOND’22 – LORETO APRUTINO (PESCARA) – DOPPELBOCK 6,7%
Un’altra birra che fa il verso in maniera eccellente alle classiche produzioni tedesche, lasciandole senza parole e soprattutto a bicchieri vuoti. Ambrata, tocco caramellato dal malto e bevibilità affinata per mascherare l’alcolicità.

CROCE DI MALTO – TRECATE (NOVARA) – 19″72 SAISON ALLE ALBICOCCHE 5,7%
Ci spostiamo in un’altra nazione dove birra fa rima con tradizione: il Belgio e le Saison, dal carattere ruvido e tono fresco. In questo caso vengono aggiunte le albicocche che sposano perfettamente il carattere della birra in stile belga creando qualcosa di unico.

BIRRANOVA – TRIGGIANELLO (BARI) – MARGOSE CON ACQUA DI MARE 4,6%
Interpretazione pugliese delle tipiche birre della ex DDR, precisamente nella città di Lipsia. Caratterizzate dall’utilizzo del sale e del coriandolo, in questo caso Donato di Palma, viene brassata con l’utilizzo di acqua di mare depurata, al fine di sfruttarne la sapidità.

HAMMER – VILLA D’ADDA (BERGAMO) – KILLER QUEEN 8,0%
Unico birrificio a ricevere per due edizioni il premio Birraio dell’anno (istituito nel 2009), questa realtà 100% bergamasca è specializzata nelle birre in stampo anglo americano ma non solo. La Killer Queen si posiziona come vera regina delle Double Ipa, birre estremamente amare ma in questo caso regalmente eleganti.

BEVOG BRAUHAUS – BAD RADKERSBURG (AUSTRIA) – LOLITA BERLINER REISE 3,5%
Altro stile tedesco (da Berlino, nativamente) interpretato da un birraio sloveno adottato in Austria. Birra dal colore rosa acceso, lievemente acidula con l’apporto di abbondanti lamponi freschi in fermentazione.

MONTEGIOCO – FRAZ. FABBRICA (TORTONA) – TIBIR ITALIAN GRAPE ALE 8,5%
Una delle prime birre nate prima del riconoscimento dell’autentico stile di birra italiano: le Italian Grape Ale. Su base belgian ale, l’aggiunta di uva Timorasso – vigneto tipico dei colli tortonesi – dona alla birra un bouquet vinoso e un’amabilità che non lascia indifferente.

DE STRUISE BROUWERS – OOSTVLETEREN (BELGIO) – PANNEPOT RESERVA 2017 CHATEAU NEUF DU PAPE 10%
Birra scura, da sempre nella top 50 mondiale secondo i siti di settore, invecchiata in botti di vino pregiato della Provenza. Intensa, scura, da una beva incredibile tanto quanto a palato piena di sensazioni dal vinoso al torrefatto. Imperdibile.

BIRRIFICIO RURALE – DESIO (MB) – SETA SPECIAL BLANCHE 5,0%
Da sempre una blanche sugli scudi della penisola, qui in versione Special con l’aggiunta di Bergamotto. Fresca, velata e delicata oltre ad un bouquet agrumato indimenticabile.

FOGLIE D’ERBA – FORNI DI SOPRA (UDINE) – GREAT GATSBY SESSION IPA 3,5%
Versione leggera delle birre luppolate, dove session indica «da grandi bevute». Amara al punto giusto, rinfrescante e dissetante, versione italiana dello stile anglo americano da bevute estive.

Infine una raccomandazione che non ci stanchiamo mai di ripetere: bevete in modo consapevole. Cioè gustatevi le birre, non esagerate ma sperimentate e godetevi la serata.
Quello delle birre artigianali è un mondo pieno di sorprese.

https://www.facebook.com/orobiebeerfestival/

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi