Musical mania, i nuovi cult di un genere che non tramonta

“E se andassimo a vedere un musical?”. La frase rimbalza, si amplifica, esplode fino a proclamare un successo che conta migliaia di spettatori per un genere tornato totalmente di moda e capace di riempire i teatri di tutta Italia.

Chi pensa siano spettacoli per i più piccoli si sbaglia di grosso, il prossimo in programma al teatro Creberg di Bergamo, infatti, sarà “Dirty Dancing” riadattamento musicale di una delle storie d’amore più celebri di quel mondo a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta. Ma fra favole senza età e storie squisitamente “da grandi”, il musical si sta rimpossessando dei cartelloni delle stagioni teatrali a suon di sold out e repliche in programma, riconquistando un pubblico di appassionati molto trasversale ed eterogeneo.

Il sapore dei balli proibiti

Al grido di “nessuno può lasciare Baby in un angolo” il film “Dirty dancing” del 1987 aveva macinato record su record: un Golden Globe, 40 milioni di copie vendute per la colonna sonora e 11 milioni di dvd e blu-ray venduti solo negli Stati uniti.

Un successo comprensibile se si pensa che il mix degli elementi della storia è perfetto, sopratutto in Baby, ragazza non particolarmente bella, acqua e sapone e apparentemente troppo impacciata per piacere all’affascinante Johnny, maestro di ballo dall’aria vagamente dannata. Non solo, anche il fatto che la storia d’amore sia mantenuta sul livello della dolcezza e della passione di un ballo, dal carattere “proibito” solo per una certa mentalità anni Sessanta, lo ha reso una favola contemporanea a cui è facile appassionarsi.

Dirty dancing – il musical”, è uno spettacolo che ha debuttato a Milano nel 2014, creato per celebrare i trent’anni della pellicola. Il record di pubblico che ha collezionato durante il primo anno di repliche lo ha trasformato in uno dei classici da vedere. A differenza del film l’ambientazione è totalmente anni ’60, le coreografie hanno una connotazione più sexy e sensuale e i personaggi sono maggiormente approfonditi, ma il testo e la trama ricalcano quelli della pellicola cult con Patrick Swayze. 

Tra le note del regista Federico Bellone si legge: “Dirty Dancing è un inno all’affermazione del proprio io. Siate quello che sentite di essere, costo così potete vivere il momento più bello, The Time of Your Life”.

CREBERG TEATRO BERGAMO (www.crebergteatrobergamo.it) – venerdì 28 dicembre – ore 21

Il rock dei ribelli

In un ipotetico futuro del 2300, invece, è ambientato “We will rock you” il musical dedicato ai Queen. In questo caso si tratta dell’edizione rinnovata di uno show che in Italia aveva avuto un ottimo successo di pubblico già tra il 2009 e il 2010 (75 repliche e oltre 100 mila spettatori). La prima produzione, però, risale al 2002 quando il musical “jukebox” basato sui successi dei Queen è stato prodotto dallo scrittore inglese Ben Elton proprio in collaborazione con due componenti della storica band: il batterista Roger Taylor e il chitarrista Brian May. Nella scenografia di questa nuova e ultima versione, una sorta di grande fratello sorveglia dall’alto tutto ciò che accade, mentre nella trama due ragazzi bullizzati, Galileo e Scaramouche, diventano ribelli per poter essere sé stessi e vivere una vita che li rappresenta.

La rinascita passa, in questo caso attraverso il rock e attraverso alcuni delle canzoni più celebri cantante da Freddy Mercury. Ovviamente, al di là della storia in sé, si tratta di un musical che tocca espressamente alcune pietre miliari della musica rock, ma viste le recensioni entusiastiche che lo accompagnano, il risultato sorprendente non può che essere garantito.

CREBERG TEATRO BERGAMO (www.crebergteatrobergamo.it)venerdì 18 gennaio – ore 21

Lustrini e pailettes

E’ al teatro degli Arcimboldi a Milano in questi giorni, ma arriverà a Bergamo il prossimo febbraio con doppia data, anche “Mamma Mia!” Il musical ispirato alle canzoni degli Abba.

Un mondo di paillettes e colori sgargianti accompagna questa produzione che sta raccogliendo folle di appassionati in ogni città in cui viene proposta. Basato sul libretto originale di Catherine Johnson, “Mamma Mia!” è prima di tutto una storia romantica ambientata in un’incantevole isola greca, nata dalle canzoni originali degli Abba, con musica e testi di Benny Andrersson e Björn Ulvaeus e le canzoni aggiunte di Stig Anderson. Nella sua versione italiana, fra i 30 artisti coinvolti, le fan vanno in delirio per la tripletta composta da Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muniz, ma non solo. Questo nuovo allestimento prodotto dalla PeepArrow Entertainment e dal teatro Sistina di Roma promette effetti scenici spettacolari, tra cui un pontile sospeso su vera acqua di mare, con una barca ormeggiata, un vero bagnasciuga e oltre 9 mila litri di acqua in scena, pedane girevoli, una locanda dai caratteristici colori nelle sfumature del bianco e del blu e cascate di bouganvillea, tanto che sembra davvero di trovarsi nelle atmosfere tipiche di una incantevole isoletta del Mediterraneo.

CREBERG TEATRO BERGAMO (www.crebergteatrobergamo.it) – sabato 16 e  domenica 17 febbraio – ore 21

Drag Queen e amicizia

Passa a Milano senza toccare Bergamo, invece, uno dei musical più premiati degli ultimi anni a Broadway e Londra. Si intitola “Kynky Boots” e racconta la storia di Charlie Price, un ragazzo che eredita dal padre la fabbrica di scarpe di famiglia ridotta sul lastrico. Dalla creazione di una nuova linea di stivali per la drag queen Lola arriva l’idea per risollevare le sorti della sua azienda e cambiare la sua vita. Tanto glamour in questa che è prima di tutto una storia di amicizia con testi e musica scritti da Cindy Lauper.

 TEATRO NUOVO MILANO (www.teatronuovo.it) – fino al 6 gennaio 2019 – orari diversi.

Supercalifragilistichespiralidoso

Solo a Milano e fino al 27 gennaio continuano le repliche di “Mary Poppins”, prima produzione italiana assoluta del più famoso musical di tutti i tempi. Mentre fra poche ore sarà nelle sale il film “Il ritorno di Mary Poppins” la tata più famosa del mondo continua a incantare adulti e bambini con il tocco dolce e deciso della sua magia. Dopo un numero cospicuo di repliche e quasi 100 mila biglietti venduti il Teatro nazionale di Milano ha deciso di prolungare ancora di un mese la messa in scena dello spettacolo ispirato al film Disney perché, “Se lo dici forte avrai un successo strepitoso!”

TEATRO NUOVO MILANO (http://www.teatronazionale.it) – fino al 27 gennaio 2019 – orari diversi.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi