10 cose curiose su Leonardo da Vinci

Studiò e inventò moltissimo. Era figlio illegittimo e si convertì in punto di morte

Volete arrivare preparati all’evento di presentazione della nuova City Suv Volkswagen T-CROSS incentrata su Leonardo da Vinci? Eccovi dieci curiosità sul Genio. L’appuntamento è per giovedì 11 aprile presso la sede VW Bonaldi Motori (via 5° Alpini, 8 – ore 19.30 – ingresso libero previo registrazione a questo link http://url.bonaldi.it/nl/gruppobonaldi_page239.mn). 

Figlio illegittimo. Madre di bassa estrazione sociale, padre appartenente a una ricca famiglia del tempo. Leonardo nacque da una relazione illegittima fra tra il notaio ventiquattrenne Piero da Vinci e Caterina.

Mancino ma non solo. Com’è noto Leonardo da Vinci era mancino e scriveva i suoi appunti da sinistra verso destra per impedire che venissero letti facilmente. In realtà però sapeva scrivere anche da destra verso sinistra, seppur con molta fatica. Per questo quando doveva stendere dei documenti ufficiali si faceva aiutare dalle persone vicine a lui.

Vegetariano. Leonardo non mangiava carne ed era molto amante degli animali. Sembra che liberasse gli uccelli dalle loro gabbie dopo averli acquistati al mercato.

Barzellettiere. Era un buontempone a cui piaceva raccontare spesso barzellette, anche molto scollacciate.

Chiromanti. “Fallace”, fu questo il giudizio di Leonardo sulla chiromanzia. Si rivolse a loro chiedendo di predire la sua sorte e notò che le linee della mano di persone morte nello stesso momento non avevano particolari somiglianze.

Pompa del cuore. Il fascio moderatore di Leonardo da Vinci e la trabecola arcuata di Leonardo si devono ad alcune sue scoperte. Ai tempi del Genio infatti si credeva che il cuore servisse solamente a riscaldare il sangue. Leonardo scoprì che aveva anche la funzione di pompa della circolazione.

Giocare a baseball (ma anche a rugby, judo scherma…)

Tante le realtà sportive presenti negli spazi esterni di Lilliput. Sarà l’occasione per cimentarsi con molti cosiddetti “sport minori”. Tra le società sportive presenti, la Asd Bergamo Walls Baseball & Softball, che che promuove la diffusione del Baseball e Softball, affiliata alla Fibs (Federazione Italiana Baseball Softball).
Lo spazio allestito rappresenterà un’occasione per tutti i piccoli visitatori di entrare in contatto con il mondo del baseball e del softball: i bambini, una volta entrati nel tunnel di battuta, potranno “battere” per mezzo di una mazza da baseball le palline provenienti da una macchina lancia palle.
(evento attivo durante tutta la durata di Lilliput)

Percorso a ostacoli

È un percorso a ostacoli molto speciale quello messo a punto dall’Associazione disabili bergamaschi (Adb): la proposta è un percorso “stradale” con birilli, barriere architettoniche e terreni diversi per simulare le difficoltà quotidiane di chi si sposta in carrozzina.
In questo modo i bambini vivranno in prima persona un’esperienza emotivamente importante che aiuterà a sensibilizzare loro e gli accompagnatori. Ogni bambino che effettuerà il percorso riceverà un patentino di “controllore dell’accessibilità” del proprio territorio.
(evento attivo durante tutta la durata di Lilliput)

Età degli alberi. La tecnica di contare gli anelli del tronco di un albero per calcolare l’età di un albero venne scoperta da lui.

Lento. Leonardo dipingeva lentamente. Per questo ad esempio non uso la tecnica a fresco per l’Ultima Cena. Durante la realizzazione di quest’opera il priore del convento in cui ancora oggi è situata mise fretta al pittore, che rispose per le rime: “Ho difficoltà a trovare un modello per il volto di Giuda, se si presta lei potrei terminare l’opera più rapidamente”. Il priore fu costretto ad adeguarsi ai ritmi dell’artista.

Conversione. Leonardo si convertì poco prima di morire. Per quasi tutta la vita infatti non credette in Dio, essendo la sua vita tutta improntata alla scienza e allo studio della natura. Divenuto vecchio, iniziò a cambiare idea e si convertì al Cristianesimo. Prima della fine, prese i sacramenti e si pentì di non esserci dedicato maggiormente all’arte sacra.

Insomma Leonardo era pittore, scultore, inventore, ingegnere, genio assoluto. Precursore dei tempi. Versatile come la T-Cross.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi