Guida alla Bergamo donizettiana: i 6 luoghi di Donizetti da visitare

Con l’arrivo del quarto festival Donizetti Opera, il soggiorno in città offre lo spunto perfetto per ripercorrere le orme del grande compositore nel cuore di Bergamo.

Mancano quattro giorni ai festeggiamenti del compleanno di Gaetano Donizetti, ma ciò che rende ancora più speciale questo 2018 è la celebrazione dei due secoli dall’avvio della fiorente carriera del compositore, cominciata il 14 novembre 2018 a Venezia. Una ricorrenza che il comune di Bergamo festeggia dal 2015, quando è stata inaugurata la prima edizione del festival Donizetti Opera. Nel ricchissimo calendario di opere e concerti, la ricorrenza è anche un’ottima occasione per visitare la città, toccando tutti i luoghi significativi della vita del compositore che si snodano tra Città Alta e bassa.

Cominciamo dal principio: era il 29 novembre del 1797 quando il piccolo Gaetano Domenico Maria decise che era giunto il momento di venire al mondo, quinto di sei figli. Quale miglior luogo da cui partire se non la sua Casa Natale, dunque: un edificio medievale che, quasi magicamente, dall’ingresso in via Borgo Canale appare di soli quattro piani, mentre se lo si ammira da via degli Orti, i piani diventano cinque. Il trucco è una semplice pendenza del terreno, che nasconde agli occhi dei più il seminterrato dove Donizetti nacque e visse. All’interno dell’edificio, per immaginare i luoghi dell’infanzia del compositore dovrete armarvi  di un po’ di fantasia, poiché il mobilio originale è andato perduto. Affidatevi dunque all’udito: il percorso è accompagnato da “Impronte Sonore”, un’esperienza sonora immersiva e tridimensionale che vi permetterà di udire la “voce” di Donizetti e della sua famiglia in persona,  ricreando un clima e un ambiente verosimili per l’epoca. 

CASA NATALE di Gaetano Donizetti – Via Borgo Canale 14, Città Alta, Bergamo.
ORARI: sabato e domenica 10:00 – 13:00 | 15:00 – 18:00; da lunedì a venerdì visite su prenotazione
INGRESSO: libero
Sito internet http://www.donizetti.org/casa-natale/

GLI APPUNTAMENTI DI DONIZETTI OPERA 2018 IN CASA NATALE

1 Dic 2018 h.11:00
1 Dic 2018
Casa natale di Donizetti
Bergamo,

IL VOLO DEL GUFO: DONIZETTI E L’ESILIO
Continuano i concerti in occasione del c...

Dopo una visita alla sua Casa Natale, si prosegue fino al Museo Donizettiano in via Arera: lungo il cammino, ci lasciamo alle spalle il piccolo Gaetano infante per conoscere più da vicino il giovane Donizetti e poi il Donizetti maturo, guidati da una ricchissima documentazione di manoscritti, lettere, volumi e partiture, arricchita da postazioni interattive e sonore per conoscere e ascoltare allo stesso tempo. A partire dai primi studi guidato dal suo amato maestro Simone Mayr a Bergamo e poi Bologna, assistiamo all’evoluzione della carriera artistica del compositore tra esordi, debutti, fiaschi e successi, che ci presentano un volto privato di Gaetano Donizetti, lavoratore instancabile e uomo dalla spiccata personalità. La bellezza delle stanze del palazzo che ospita il museo (situato al primo piano), accresce ulteriormente la piacevolezza della visita, che per i veri cultori delle opere donizettiane può proseguire nella sezione della Biblioteca Musicale Gaetano Donizetti.

MUSEO DONIZETTIANO – Via Arena 9, Città Alta, Bergamo.
ORARI: dal martedì al venerdì 10:00 – 13:00; sabato, domenica e festivi 10:00 – 13:00 | 15:00 – 18:00; chiuso al lunedì, Natale e Capodanno.
INGRESSO: Intero 5€ – Ridotto 3€ valido per Amici del Museo delle storie di Bergamo, studenti universitari fino a 26 anni, soci T.C.I (Touring Club Italiano), gruppi di 15 persone – Gratuito  per studenti fino a 18 anni,  disabili, soci ICOM, giornalisti, guide abilitate, Abbonamento Musei Lombardia.
Sito internet http://www.museodellestorie.bergamo.it/

BIBLIOTECA MUSICALE GAETANO DONIZETTI (PALAZZO DELLA MISERICORDIA MAGGIORE) – Via Arena 9, Città Alta, Bergamo.
ORARI: da lunedì a venerdì 14:30 – 17:30; mercoledì 9:00 – 12:30 (oppure su appuntamento).

Foto: Archivio Museo delle Storie 

Passeggiamo lungo via Arena, per incrociare via Donizetti. Ben presto, i nostri piedi ci condurranno fino all’entrata di Palazzo Scotti dove, nel corso dell’ottobre del 1847, degli amici accolsero un Donizetti sofferente e malato che qui morì pochi mesi dopo, l’8 aprile del 1948. A memoria del compositore, oltre al nome della via (un tempo via Gromo) nei pressi dell’entrata sono stati collocati un medaglione con il suo ritratto e una targa commemorativa, che recita per l’appunto: «Gaetano Donizetti moriva in questa casa l’otto aprile 1848». I locali che ospitarono gli ultimi giorni del compositore sono situati al primo piano, dove erano collocati anche il pianoforte, diversi elementi di arredo e documenti che oggi si trovano all’interno del Museo Donizettiano. Resta solo il ritratto di un maestro già sofferente a causa dello stadio avanzato della malattia, dipinto da Giuseppe Rillosi. Affreschi neoclassici firmati dal Camuzio e dal Bonomini decorano le stanze, che sono purtroppo precluse alla vista dei più, essendo il palazzo tutt’oggi proprietà degli eredi dei Baroni Scotti.

PALAZZO SCOTTI – Via Donizetti 1, Città Alta, Bergamo.
Struttura privata.

Con un leggero dietrofront, andiamo a far visita alla tomba del Donizetti, oggi conservata presso la Basilica di Santa Maria Maggiore. Prima di riposare sotto al monumento dello scultore Vincenzo Vela nella basilica, la salma del compositore rimase fino al 1875 presso il cimitero di Valtesse, quando i suoi resti furono riesumati per trovare nuova sistemazione in Città Alta, vicino alla tomba del suo adorato maestro Simone Mayr. In quell’occasione emerse anche un mistero davvero curioso, che riguarda le sorti della calotta cranica del compositore: misteriosamente trafugata dopo la sua morte, la metà mancante del povero cranio venne ritrovata in un negozio di Nembro, dopo anni di servizio nello sconveniente ruolo di ciotola per contenere monete e resti. Sottratta a questo destino avverso, la reliquia tornò a Bergamo, dove naufragò tra la Biblioteca Angelo Mai e il Museo Donizettiano prima di ricongiungersi felicemente al resto della salma nel corso del 1951.

Così, oggi Donizetti può riposare intero e in pace, custodito dal maestoso monumento marmoreo di tre metri, con putti e una musa dolente a vegliare sulla sua tomba.

BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE – Piazza Duomo, Città Alta, Bergamo.
ORARI: da lunedì a mercoledì 9:00 – 12.:30 | 14:30 – 18:00; da giovedì a domenica e festivi 9:00 – 18:00.
INGRESSO: alla Basilica per gruppi con guida esterna o con audioguida 3€
Gratuito – Bambini fino a 12 anni, portatori di handicap e loro accompagnatore, 1 accompagnatore per ogni gruppo, giornalisti (presentando il tesserino di riconoscimento), guide da sole (presentando il tesserino di riconoscimento).

GLI APPUNTAMENTI DI DONIZETTI OPERA 2018 NELLA BASILICA DI SANTA MARIA MAGGIORE

29 Nov 2018 h.10:30
29 Nov 2018
Basilica di Santa Maria Maggiore di Bergamo
Bergamo,

ELEVAZIONE MUSICALE
In Basilica un concerto per celebrare il...
29 Nov 2018 h.20:30
29 Nov 2018
Basilica di Santa Maria Maggiore di Bergamo
Bergamo,

LA CREAZIONE DEL MONDO
«La creazione del mondo» di Hayd per c...

Se sentite la vostra sete di conoscenza donizettiana ardere, un’occasione che non potete assolutamente lasciarvi sfuggire è legata alle iniziative della Biblioteca Angelo Mai, a due passi dalla Basilica. Per la celebrazione del 200° anno dal debutto del compositore, avvenuto nel 1818 con il suo Enrico di Borgogna (la stessa opera che il 23 novembre ha aperto il festival Donizetti Opera), è stata inaugurata di recente la mostra Donizetti, «giovine di belle speranze». La formazione di un talento nella Bergamo di primo Ottocento. Fino al 31 gennaio 2019, tra i locali dell’Atrio scamozziano e la Saletta dei ritratti sarà possibile trovare tanti spunti per approfondire l’opera del Donizetti, con un’esposizione di pezzi (musicali e non) selezionati direttamente dagli archivi della biblioteca, a cura di Fabrizio Capitanio, Clelia Epis, Marcello Eynard, Paolo Fabbri e Maria Elisabetta Manca.

BIBLIOTECA ANGELO MAI, MOSTRA Donizetti, «giovine di belle speranze». La formazione di un talento nella Bergamo di primo Ottocento – Piazza Vecchia 15, Città Alta, Bergamo.
ORARI: dal 14 novembre 2018 al 31 gennaio 2019, da lunedì a venerdì 8:45 – 17:30; sabato 8:45 – 13:00.
INGRESSO: libero
Sito internet http://www.bibliotecamai.org/

Foto: Archivio L’Eco di Bergamo

Terminate le peregrinazioni in Città Alta, il ritorno alla parte bassa di Bergamo sarebbe il pretesto ideale per fare visita al meraviglioso Teatro Donizetti, degno epilogo per portare a compimento un percorso che, dalla nascita, ci ha condotto fino alla celebrazione della grandezza di uno dei più illustri cittadini bergamaschi mai esistiti. Tuttavia, l’Ex Teatro Riccardi, che in occasione del centenario dalla nascita di Donizetti nel 1897 assunse il suo nome, è momentaneamente chiuso per ristrutturazione. 

Sarebbe però scortese non fare un salto in Piazza Cavour, se non altro per fare gli auguri al gemello marmoreo del Donizetti, che ci aspetta presso il suo monumento commemorativo.

TEATRO DONIZETTI – Piazza Camillo Benso Conte di Cavour 15, Città Bassa, Bergamo.
Momentaneamente chiuso per ristrutturazione.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi