Gourmarte: top chef, bontà gourmet e piatti stellati a prezzi pop

Da sabato 1 a lunedì 3 dicembre alla Fiera di Bergamo sfila il meglio dell’enogastronomia «made in Italy». Custodi, Esploratori, Interpreti e Maestri del Gusto: ecco i «magnifici quattro» da non perdere assolutamente

I più importanti chef del panorama italiano, i prodotti di eccellenza del Bel Paese, i maestri pizzaioli e pasticceri più virtuosi del territorio nazionale: tutto in diretta live alla Fiera di Bergamo. Non siamo negli studi dell’ennesimo programma televisivo dedicato all’arte culinaria ma tra i padiglioni di GourmArte, manifestazione che richiama a Bergamo il meglio dell’enogastronomia nazionale.

Dal 1 al 3 dicembre la  Fiera di Bergamo si trasforma quindi in una grande tavola imbandita con i migliori prodotti del territorio lombardo e degustazioni di vini, formaggi, salumi e dolci. Profumi e sapori per portare tutti i partecipanti – e non solo i palati più esigenti – a vivere un viaggio gastronomico insieme ai Custodi del Gusto, ovvero contadini, allevatori, artigiani o vignaioli che hanno mantenuto viva una tradizione strettamente legata al territorio, agli Esploratori del Gusto, realtà che hanno investito energia e sapienza nel realizzare nuove specialità o nella divulgazione di prodotti particolarmente ricercati, e ai Maestri del Gusto, aziende che negli anni si sono messe in luce per l’elevata qualità, l’etica e le capacità progettuali.

A rubare l’attenzione del pubblico saranno soprattutto gli Interpreti del Gusto, ovvero 24 tra cuochi e pizzaioli che si avvicenderanno a pranzo e cena proponendo un piatto come segno d’identità culinaria. Gli chef avranno a disposizione cucine perfettamente attrezzate dove realizzare in diretta le ricette dei piatti che verranno serviti nel ristorante di GourmArte. Il tutto a prezzi popolari, accessibili e nella disponibilità del vasto pubblico: a dare un valore aggiunto alla kermesse, giunta alla settima edizione, è infatti la possibilità di costruirsi il proprio menù seguendo un percorso gastronomico ad personam con prezzi inferiori rispetto al costo normalmente praticato nei rispettivi ristoranti (15 euro per i piatti salati e 10 euro per la pizza e per i dolci: sempre con l’abbinamento di un calice di vino scelto ad hoc per il piatto prescelto).

Pronti, via, quindi, per vivere tre giorni ad altissimo tasso goloso durante i quali si alterneranno sul palcoscenico del Teatro della Ristorazione cuochi, stelle Michelin, pasticcieri di gran valore e pizzaioli riconosciuti tra i migliori esecutori della pizza-gourmet. Accanto a loro anche gli artigiani del gusto per assistere e degustare il meglio, senza compromessi, e le eccellenze vere, senza retorica. I «magnifici quattro» da non perdere assolutamente? Ce li consiglia Elio Ghisalberti, giornalista e ideatore di Gourmarte.

Philippe Léveillé, Interprete del Gusto 

Chef di origine bretone e cuoco bresciano per amore e professione: Philippe Léveillé è tra i protagonisti di questa edizione di Gourmarte, in attesa di conquistare il grande pubblico che lo conoscerà meglio nei prossimi giorni quando sarà protagonista de «Il ristorante degli chef», format tv che sta per andare in onda in prima serata sui Rai2. I gourmet che raggiungono il suo Miramonti L’Altro a Concesio sanno che la tavola che gestisce con la moglie Daniela è una delle migliori d’Italia (tra l’altro, 2 stelle Michelin). In occasione di GourmArte, domenica 2 dicembre delizierà occhi e palato con un piatto che promette meraviglie: «Consistenze diverse di un’ostrica» (la foto è in apertura di questo articolo). 

Barone Pizzini, Maestro del Gusto

Ci ha visto lontano la Barone Pizzini, cantina in Franciacorta. Il merito di avere creduto nella produzione bio (20 anni quest’anno) è da ascrivere soprattutto a Silvano Brescianini, direttore generale dell’azienda. Su tutte le etichette, da tempo compare la scritta «Residuo Zero». Tradotto, dopo aver bandito l’uso in vigna di diserbanti, concimi e pesticidi di sintesi, già da alcuni anni le uve che arrivano in cantina dalla cinquantina di ettari di vigna condotta e controllata direttamente sono totalmente prive di residui chimici. Fatti concreti e verificabili: per la massima trasparenza le analisi sono in ogni momento consultabili da chiunque sul sito della cantina. A GourmArte la Barone Pizzini si presenta con il Brut Animante, il Franciacorta Docg che racchiude in sé l’apporto di tutti i vigneti, perfetta sintesi dell’esperienza della coltivazione biologica.

Macelleria Magri, Custode Del Gusto

Come recita il cartello esposto all’esterno dello storico negozio di Chiuduno aperto dal nonno nel 1926, lui «ci mette la faccia». Una volta entrati, il volto solare di Fabio Magri, il «lui» in questione, lo si vede dietro al bancone rialzato (come si usava un tempo) dispensare il suo verbo da macellaio-predicatore. Oltre alle carni fresche ecco i salumi di qualità prodotti in proprio (il salame e la loanghina sono super), tutto preparato e selezionato con la medesima attenzione nel piccolo negozio dove, anche volendo, è impossibile non farsi coinvolgere dalla verve comunicativa e dall’entusiasmo del patron.

Calviusis e Ars Italica, Esploratore Del Gusto

La storia ormai è piuttosto nota ma il «miracolo» del caviale prodotto in Lombardia tra Calvisano (Bs) ed il Parco del Ticino (Pv), ha staccato primati di qualità e quantità tali da essere un vero e proprio fenomeno, tant’è che perfino dalla madre Russia fioccano gli ordini per il caviale «made in Italy»: Calvius-Art Italica è, infatti, l’unica realtà a livello mondiale a produrre caviale da 6 specie in purezza, varietà autoctone comprese (il Da Vinci). E tutto del tipo Malossol, ovvero poco sale o salato al minimo indispensabile perché si conservi 3-4 mesi nelle apposite scatolette di latta di varia grammatura.

LA SCHEDA DELLA MANIFESTAZIONE

SITO: www.gourmarte.it

DOVE: alla Fiera di Bergamo

QUANDO: sabato 1 dicembre (apertura dalle 10 alle 22); domenica 2 dicembre (dalle 10 alle 22); lunedì  3 dicembre (dalle 10 alle 18)

COSTI AREA ESPOSITIVA: ingresso gratuito; degustazioni a partire da 2 euro

COSTI AREA RISTORAZIONE: ingresso gratuito; i piatti salati dei cuochi blasonati a 15 euro; la pizza gourmet e i dolci a 10 euro. Prezzi che comprendono sempre un calice di vino in abbinamento da scegliere tra Franciacorta Docg, Valtellina Superiore Docg; Roseo Docg e Asti Docg. Sempre con calice di vino in abbinamento la pizza a 10 euro (vino compreso)

AREA MASTER CLASS: ingresso e partecipazione gratuiti con possibilità di preiscrizione direttamente sul sito della manifestazione

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi