Caricamento Eventi

Vai al Calendario

  • Questo evento è passato.

Lo stile e la ricerca artistica di Peter Kadolph in mostra a Clusone.

 

È Peter Kadolph l’artista scelto da Franca Pezzoli per la prima grande esposizione del 2019. Per tutto il mese di marzo le opere dell’artista tedesco saranno in mostra nella galleria di Clusone. L’inaugurazione di «Attenzione all’attendibile», alla presenza dell’artista, è in programma sabato 2 marzo alle 18. Fino al 4 aprile la mostra, come sempre a ingresso gratuito, proporrà le opere dell’artista tedesco che oggi vive a Milano.

Dopo la scuola di pittura e decorazione a Gelsenkirchen, frequentata in adolescenza, Peter Kadolph scopre un profondo interesse per l’espressione artistica e pittorica italiana che lo spinge a trasferirsi a Napoli dove, a partire dal 1960, frequenta prima la studio del pittore Francesco Castiglione e poi l’Accademia delle Belle Arti, allievo di Domenico Spinosa. 

Eredita per questo tutta la tradizione della pittura partenopea, che egli sintetizza mirabilmente anche attraverso l’influenza dei grandi maestri europei della rappresentazione figurativa. La sua cultura pittorica, il suo disegno classico, la sua tavolozza ricca e intensa dialogano costantemente con il bisogno continuo d’innovazione nel tentativo di superare i limiti della figurazione verso un’apertura concettuale dell’opera d’arte. La tradizione, tuttavia, non è mai abbandonata, è piuttosto personalizzata in una poetica originale di continuo superamento degli stereotipi. 

Una delle espressioni meglio riuscite del percorso di Kadolph, infatti, si coglie nell’astrattismo. Il suo processo artistico è un’instancabile ricerca della forma, del colore, del ‘gesto’ unico. L’opera è sempre aperta, viva, dialogante, provocante, perdura nella sua funzione, destruttura costantemente le approssimate aspettative. Il concetto supera il banale, penetra l’apparenza. Ciò che caratterizza Kadolph è un’inquietudine per la ricerca formale che si libera pienamente solo nell’oggetto artistico che la trascende.

Una mostra interessante e mai banale, un artista certamente da comprendere ma sicuramente da conoscere! 

 

 

Invia commento

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi