Guida galattica per nerd (e non solo) al Download Innovation

Due giorni full immersion nel mondo digitale. Per imprenditori, studenti, curiosi e bambini. Tutti alla scoperta del futuro

Sabato 7 e domenica 8 settembre il Lazzaretto di Bergamo sarà la casa del mondo digitale e informatico grazie alla seconda edizione di Download Innovation. Una due giorni totalmente gratuita e ricca di interventi, laboratori, conferenze, concorsi, dedicati a sviluppatori, startupper, nerd, geek, imprenditori, insegnanti, bambini, studenti e appassionati della materia. In altre parole, un modo concreto per vivere appieno la trasformazione digitale e conoscere le ultime tendenze di un settore sempre più esteso e multiforme.
La download innovation sarà un fine settimana che permetterà a tutti gli indecisi di rispondere alla domanda “Essere nerd per scelta o per necessità?”.

Quesito che pare poco serio, ma che in realtà è dannatamente centrato e attuale. La ritrosia nei confronti della tecnologia, infatti, è un dato di fatto nel nostro Paese a vari livelli. Non sono solo gli “over” a ostinarsi a non voler entrare in contatto con il mondo digitale. C’è anche chi pensa di non averne bisogno o che, addirittura, tutta questa tecnologia ci trascinerà dritti dritti verso la perdizione e l’isolamento.

Tuttavia c’è anche chi si sente nerd perché ha lo zerbino di Star Wars e la tazza di Big Bang Theory, pur non essendo in grado di cimentarsi nelle più banali pratiche di coding. Ecco, ergersi quali difensori della tradizione e battagliare con la modernità può essere controproducente, non da meno che fare finta di saperne e in realtà non capirci niente. Per cui tanto vale armarsi di curiosità e vivere la due giorni di Download Innovation a partire dalle 10 di sabato mattina gettandosi letteralmente a capofitto nelle attività proposte.

Il programma completo lo trovate sul sito dell’evento, mentre a seguire eccovi una breve guida per presentarsi a DI senza sembrare troppo impacciati e per scoprire le cose più divertenti in programma.

Talk e IT Session
Sono 42 le sessioni tecniche, oltre ai talk, dedicate agli ultimi trend in fatto di tecnologie del mondo digitale con la partecipazione di importanti leader del settore (RedHat, Oracle, Amazon Web Services, IBM, Microsoft). Questi i temi trattati: Agile, AI Machine Learning, BigData, Blockchain, CI/CD – Continuos Integration Continuos Delivery –, Cloud, Data Science, DevOps, IoT, Languages, Methodologies, Microservices, Open Source, Security, Site Reliability Engineering. Ma si parlerà anche di reti neurali e deep learning nella visione artificiale, nel riconoscimento vocale, nel gioco e nell’elaborazione del linguaggio naturale dell’intelligenza artificiale. Non sapete di cosa stiamo parlando? Bene, è l’occasione giusta per scoprirlo. È da queste parole-concetto che passa il futuro.

Qualche nome?
Forse ai più non diranno niente, ma Download Innovation porta a Bergamo alcuni fra i più quotati professionisti in ambito tecnologico, che affronteranno una manciata di questioni capitali del nostro tempo.
Mattia Monga dell’Università degli Studi di Milano e Tullio Vardanega dell’Università di Padova racconteranno il fascino dell’Informatica, cioè dell’impresa scientifica che sta dietro all’elaborazione delle informazioni.
Domenico Geracitano, ideatore del progetto “Diario per una vita migliore”, ragionerà sul tema della sicurezza online e della web reputation, questioni che spesso arrivano anche sulle cronache dei giornali.
Il giornalista informatico e formatore sui temi della comunicazione digitale Gianluigi Bonanomi terrà un incontro dedicato ai genitori e relativi figli sull’uso consapevole e condiviso della tecnologia in famiglia.
Spazio anche all’inclusione della disabilità attraverso l’usabilità e l’accessibilità delle tecnologie con Fondazione ASPHI Onlus.
Simone Gotti di Sorint.lab presenterà Agola, il software Open Source ideato da Sorint.lab.
Infine Frank Karlitschek, sviluppatore e fondatore di NextCloud, darà risposte sul futuro e le strade possibili dell’open source cloud.

La Game Jam per inventare un videogioco
Quest’anno la Download Innovation ospita la prima Game Jam dei Mille. Non una 30 ore di gioco, ma una 30 ore – tutta consecutiva, notte compresa – per realizzare un videogioco innovativo collaborando gomito a gomito con game designer, programmatori, grafici, musicisti, marketer, videomaker, scrittori, psicologi, matematici e fisici.
I premi saranno dati a varie categorie: migliori grafiche 2D e 3D; migliore colonna sonora; migliore game design; miglior realizzazione tecnica; miglior sceneggiatura; miglior gioco più completo, più innovativo e anche il gioco più trash.

Le IT session e le loro parole guida
Entrando nel cuore della Download Innovation ci sono le IT session, ovvero conferenze dedicate alle tantissime possibili declinazioni del mondo informatico. Questo è il vero fiore all’occhiello dell’appuntamento come spiega Luca Pedrazzini, direttore generale di Sorint.lab: “Questo tipo di incontri con un taglio molto tecnico sono abbastanza diffusi in nord Europa, ma quasi mai sono aperti al pubblico e gratuiti. Con la Download Innovation cerchiamo di fare proprio questo, mescolare la parte più professionale del settore a quella più divertente, lasciando che mondi differenti si incontrino”.
Chi si vuole avventurare in questo universo tecnico può tenere a mente alcune parole chiave che lo aiuteranno a non perdere la bussola. Eccole:

Vendor: tecnicamente i vendor nel mondo informatico sono fornitori di servizi altamente specializzati. Nella due giorni di Download Innovation porteranno la loro esperienza professionisti che lavorano con AWS di Amazon, IBM, Oracle Red Hat, ovvero alcune delle principali realtà del settore.

Open source: letteralmente sorgente aperta. Questo è uno dei termini chiave dello sviluppo informatico in generale e del mondo digitale attuale nello specifico. Saranno tanti e importanti gli interventi dedicati all’open source e a come l’idea di lasciare la possibilità a più persone nel mondo di modificare lo sviluppo di un software. Una forma di collaborazione che è tipica dell’informatica, sia parte della vera rivoluzione di questo settore (vi segnaliamo Agola, di cui abbiamo brevemente parlato sopra).

Cloud: le la ricordate la nuvoletta virtuale che ci segue salvando tutte le nostre foto, i messaggi e le mail? Ecco, quel concetto, per i veri nerd, è talmente evoluto da cambiare completamente l’approccio al problema e alla nuvola. Ora se tentate di farvi belli parlando di come avete trasferito con successo dati, siti, o applicazioni su cloud, il nerd vi guarderà con sufficienza, paragonandovi a un troglodita dell’informatica. La vera rivoluzione, infatti, è che il mondo digitale sta lavorando a software cloud native, ovvero nati già all’interno del cloud (nel programma della rassegna c’è un incontro sul futuro del cloud).

Hackathon
Chi si sente pronto alla sfida, invece, può pensare di partecipare all’Hackathon, la maratona degli hacker di 24 ore no stop in collaborazione con il Comune di Bergamo e Confindustria Bergamo. La maratona è dedicata a sviluppatori, esperti di UI e UX, esperti di machine learning, startuppers, data scientist, grafici, creativi e pensatori. I partecipanti dovranno sviluppare, in 24 ore appunto, soluzioni innovative in ambito di interazione utente, analisi e presentazione dei dati, per semplificare e rendere più efficaci le pratiche di gestione di servizi di pubblica utilità.
Per iscriversi, da soli o in team: https://download-event.io/it/.
In palio 5 mila € da suddividere in due categorie: “Miglior idea originale”, sulla creatività, 2.500 €; “Miglior implementazione”, valutata la completezza del progetto, 2.500 €.
La registrazione e la formazione dei team saranno sabato 7 alle 13. Il tema della competizione verrà svelato ad inizio gara alle 14. Vincitori e premiazione domenica 8 alle 16.30.

Virtual Reality Point, eSport e Retro gaming
Vivere esperienze di guida o provare a muoversi nello spazio, grazie a due simulatori e una postazione di realtà virtuale: è il Virtual Reality Point nella Lan room.
Fortnite, League of Legends, Overwatch, Hearthstone, Magic Arena, Apex, Fifa 19, Tekken 6 saranno invece gli eSport (gli sport elettronici competitivi) con cui sfidarsi – previsto anche un Talk su l’eSport e la sua diffusione a livello nazionale.
Infine l’appuntamento di culto con il Retro gaming. Un salto indietro nel tempo per ripercorrere e comprendere la storia del mondo videoludico fino ad oggi, fra videogiochi e console appartenenti all’infanzia di molti under 40. Per i nostalgici della sala giochi ci sarà pure un Cabinato Arcade con cui sfidarsi sui giochi più avvincenti degli anni ’80 e ’90.

Bambini nativi digitali
Se la domanda che vi state ponendo è “posso andare alla Download Innovation con la famiglia?”, la risposta è sì. Primo perché i vostri figli nativi digitali magari non sapranno a memoria le battute di Star Wars ma sono in grado di smontarvi un’applicazione in quattro e quattr’otto, dimostrandovi cosa sia un vero nerd. Secondo perché sono tantissimi gli appuntamenti dedicati a loro. Oltre a un vero e proprio Spazio kids, in programma ci sono incontri dedicati al coding (per bambini dagli 8 ai 10 anni, è gratuito ma è necessaria la prenotazione), alla stampa 3D e incontri sulla programmazione di videogiochi con l’autore di Tóncc (anche in questo caso l’ingresso è gratuito ma è necessaria la prenotazione).

Cos’altro?
Difficile riassumere tutto il programma in poche righe. Ci sono corsi di coding per adulti e insegnanti, prove di guida di droni, conferenze sul concetto di smart city (con la presenza del Comune di Bergamo e l’intervento di Gianni Dominici, Direttore di Forum PA), forme di digitalizzazione della banca del tempo, seminari sul mondo delle biblioteche digitali e sulla conoscenza open source, momenti di scambio e approfondimento a vari livelli. Fra questi anche un focus sul crowdfunding civico, iniziativa promossa da Bergamo Smart City. Verranno presentati i 5 progetti di innovazione sociale che hanno preso vita grazie al contributo dei cittadini.

Music Festival
Alla Download Innovation c’è pure la musica. A partire da venerdì 6 lo spazio del Lazzaretto vive un attimo di decompressione e accende i volumi con un festival nel festival. In programma Calabi, Sonars e OTU per la prima serata (dalle 21). Sabato sera via alle 20.30 partendo nuovamente dai suoni acustici di un songwriter come Emit e a seguire Long white clouds, Pau Amma e Vanarin. Domenica sera si riparte con i Go Kartoon, poi Christian Frosio e infine Norsemen e Caryllon. E se vi viene fame ci sono i tipi di Tassino Cafè e sette food truck.

Tutto questo a Bergamo?
Sì, a Bergamo. Sia per ricordare Gianfranco Marilli, fondatore di Sorint.Lab, azienda di Grassobbio che organizza la due giorni, sia per mostrare ai ragazzi, come sottolinea l’attuale direttore generale Luca Pedrazzini, che “non solo nella Silicon Valley si possono vedere certe cose, ma che anche a in città come queste la trasformazione digitale può essere parte integrante della vita delle persone, dei loro momenti di approfondimento e di svago”.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi