Cosa FAI sabato e domenica?

5 percorsi inediti sul territorio bergamasco grazie alle Giornate FAI di Primavera

Wolfy e Ulisse a Monte Adone nell'inverno 2017 (foto di Elisa Berti)

Sabato 23 e domenica 24 marzo ritorna l’appuntamento tanto amato dal grande pubblico con le Giornate FAI di Primavera. Come sempre apriranno le porte con visite guidate palazzi storici, aree archeologiche, chiese e monumenti.

Non si tratta di un semplice calendario di aperture straordinarie. Ciò che appassiona è anche il clima di “festa delle cultura” promosso dalle Giornate, che riescono una volta tanto nell’impresa di farci concretamente sentire parte di un Paese strepitoso e di un patrimonio culturale, storico e architettonico che è collettivo e condiviso. 

L’Italia, insomma, si racconta e anche la Delegazione Fai di Bergamo guidata da Claudio Cecchinelli traccia percorsi di scoperta. Non mancheranno le aperture “illustri”, come Palazzo Moroni e l’ex Carcere di Sant’Agata in Città Alta, o la Parrocchiale di Caravaggio. Ma perché non cogliere l’occasione per fare nuove esperienze?

Ecco perché scegliamo di proporvi 5 luoghi inediti, certamente esclusi dai tradizionali circuiti di visita, da scoprire sul nostro territorio nelle due Giornate Fai di Primavera.

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi