Con Baleno a Malpensata non lasciate solo la macchina

Arte, musica, cinema dal 21 al 23 giugno nel parco del quartiere. Il programma completo

A sentir la Treccani il baleno è un “fenomeno luminoso che accompagna le scariche elettriche nell’atmosfera”. Definizione che calza a pennello per il Baleno Festival, che dal venerdì 21 a domenica 23 giugno renderà più colorato, vivo e attivo il quartiere e il parco della Malpensata.

Giunto alla seconda edizione – dopo il successo della prima l’anno scorso – Baleno Festival torna con la sua mescola elettrica di arte, musica, cinema, laboratori e vari eventi. Il tutto grazie all’azione di Pigmenti e Tantemani (progetti di Cooperativa Sociale Patronato San Vincenzo) e alla collaborazione di Gate. Senza dimenticare il sostegno di Comune di Bergamo, Fondazione ASM e Fondazione Cariplo.

Baleno è il punto di arrivo (e ripartenza) di un lavoro di 5 anni fatto da Pigmenti e Tantemani sul territorio attorno alla Malpensata, percepita dai cittadini di Bergamo come luogo pericoloso e difficile o al massimo come posto dove “lasciare la macchina gratis”. Aree come questa possono venire abbandonate e stigmatizzate ulteriormente, lasciandole preda di estremismi politici già ampiamente giudicati dalla storia (la cronaca ne ha ampiamente parlato di recente). Oppure possono essere iniettate di cultura e attività sociali.
Di ogni luogo infatti abbiamo una percezione che può cambiare in negativo per un accadimento personale o per un “sentito dire” diffuso. Pregiudizi spesso difficili da estirpare, a meno che non si provi a riportare queste zone ad una visione positiva e feconda. Come? Richiamando le persone che vengono da fuori e organizzando per loro cose belle, interessanti, stimolanti. Del resto amiamo o odiamo un posto a causa di quello che ci ha dato.

Dunque cosa ci daranno i “baleni” della Malpensata (che bella la grafica cetacea) il prossimo weekend? Il programma, frutto di varie collaborazioni con il territorio, è breve ma denso. Vediamolo insieme.

21 giugno / Sick Tamburo in concerto
Elisabetta e Gianmaria dei Prozac + da quasi dodici anni portano in giro la loro visione del rock a base di ritmi seriali, testi brevilinei spesso estremamente sinceri e uno spirito punk che non guasta mai. Sono da tempo una delle migliori realtà del rock alternativo italiano. A confermare il riscontro cinque dischi pubblicati, fra cui l’ultimo, “Paura e l’amore”, di eccezionale intensità.

22 giugno / M1 (dei Dead Prez) & Bonnot + special guest Tino Tracanna e Daniele di Marco
Conscious hip-hop e panafricanismo per M1, fondatore insieme a Stic.Man dei Dead Prez e colonna del rap americano. Incontrerà il nostro Bonnot, local hero (come dice giustamente la cartella stampa), nonché produttore e polistrumentista. Aggiungerà un tassello alle sue svariate collaborazioni (Assalti Frontali, General Levy, Dub FX, Paolo Fresu, Inoki) e incrocerà le architetture sonore del sax di Tino Tracanna e delle tastiere di Daniele Di Marco. Cosa succederà non lo sappiamo. Ma secondo noi sarà una seratona.

23 giugno / “Visages Villages” di Agnès Varda e JR – proiezione all’aperto
Un viaggio in luoghi rurali esclusi dal turismo di massa per conoscere persone comuni e regalare loro due sguardi. Quello della grande regista belga Oscar alla Carriera, recentemente scomparsa. E quello del fotografo francese. Lei riprende con una visione inarrivabile. Lui imbastisce enormi ritratti in bianco e nero degli abitanti, ricoprendo case, fienili, facciate di negozi e ogni superficie libera. Documentario premio de L’Œil d’or a Cannes 2017, ma soprattutto omaggio dovuto (e all’aria aperta) alla grande regista della Nouvelle Vague.

Altre attività
Baleno Festival quest’anno ospita durante la tre giorni anche UAU, il festival delle illustrazione e delle cose belle con Miss Goffetown, Anna Resmini, Guido Scarabottolo, una mostra e un market di illustratori (ne abbiamo parlato diffusamente qui).
Si torna poi a pedalare con le Grazielliadi di Pedalopolis, domenica 23: sfida all’ultima pedalata in graziella, e sabato pomeriggio asta di biciclette recuperate e riparate. Sempre sabato pomeriggio inoltre la presentazione del quinto numero della rivista Bandita del Laboratorio Tantemani dedicato alle piste ciclabili con lettura a cura di Alberto Salvi.
Puntata in zona parco anche per Festival Danza Estate, quest’anno con un’esibizione di street dance e freestyle di Matteo Thew Mossoni e relativo masterclass a seguire.

Laboratori
Tanti e fantasiosi pure i laboratori, adatti alle più svariate inclinazioni. Nei tre pomeriggi del Festival, dalle 16 alle 18.30, sarà possibile recarsi all’info point, spulciare l’offerta e iscriversi al laboratorio preferito. Eccoli in breve:

Piastrello dunque sono: disegno su piastrelle di ceramica;
Narraserigrafia: ascoltare una storia e poi fare una stampa serigrafica di uno dei personaggi e colorarla (per bambini dai 2 anni);
Sfacciati: farsi fare un ritratto dai partecipanti del Laboratorio Tantemani e portarlo a casa come ricordo;
Furoshiki: decorare un tessuto con una tecnica di stampa a timbro;
Il diario della Bicicletta: realizzare in modo creativo il proprio taccuino.
Le info di ciascun laboratorio sull’evento Facebook del Festival.

Tutto chiaro? Ora non vi resta che catapultarvi, ovviamente in un Baleno, dal 21 al 23 giugno al parco della Malpensata. Che sarà luminosa come non mai.

http://www.balenofestival.it/