Un anniversario per una cover band. La storia del rock a Bergamo.

Questo 2018 sembrava un anno banale e invece, tra anniversari e commemorazioni, sta diventando sempre di più l’anno delle celebrazioni, soprattutto quelle musicali.

É il binomio ’68-2018 ad aver scatenato le danze, con quei 50 anni che ricorrono fra l’anno della rivoluzione culturale e il mondo digitale di adesso, registrando una sorta di abisso spazio temporale. Non sono mancate le occasioni per ricordare, per esempio, che cinque lustri fa nasceva una delle band cult del panorama mondiale come i Led Zeppelin. Ma molti altri sono gli anniversari da celebrare, fra concerti e dischi che hanno fatto la storia del rock e forse l’unico modo coerente per fare un tuffo nella nostalgia è riascoltare tutto. Magari live. Magari con l’aiuto delle tante e capaci cover band bergamasche che omaggiano i miti del rock.

 

Led Zeppelin e Mr. Feedback

Correva l’anno 1968 quando Plant, Page, Jones e Bonham cominciavano a suonare nella band che ha stravolto buona parte del mondo musicale del loro periodo e di quello successivo. Verrebbe da dire “ma che ne sanno i millenials” quando ora impazziscono per i Greta Van Fleet a breve in concerto a Milano, ma si rischia di passare per attempati. Meglio scegliere di tuffarsi nella meraviglia dei brani di otto dischi storici, la maggior parte dei quali intitolati semplicemente “Led Zeppelin” e per farlo non serve andare lontano: il 16 novembre in un nuovo locale di Mozzo, UFO, tornano a esibirsi i Mr. Feedback, cover band di tutto rispetto che omaggia il gruppo inglese da ben vent’anni. Curioso, ma il 2018 è anche l’anno del ventennale del quartetto di Simone Trevisàn, Andy Brevi, Nicola Nic Mazzucconi e Francesco Checco Bertini.

16 NOVEMBRE – UFO Via delle Industrie 4, Mozzo (BG) – ORE 22

The Beatles e Revolver

Nel 1968 usciva anche il nono album dei The Beatles o più semplicemente Beatles e si tratta dell’arcinoto “White Album” con all’interno brani come Ob-La-Di Ob-La-Da, Helter Skelter e Back in the U.S.S.R. (assolutamente da ascoltare se non sapete di cosa stiamo parlando). Pezzi di storia che è impossibile non citare, soprattutto in presenza dei Revolver, tribute band bergamasca votata ai quattro ragazzi di Liverpool. Hanno suonato recentemente in provincia di Verona, ma tenete d’occhio la pagina facebook per i prossimi concerti in bergamasca.

Nirvana e Teen Spirits

Correva l’anno 1993 quando usciva il terzo album dei Nirvana. “In Utero” ha compiuto lo scorso settembre 25 anni, riportando alla memoria alcuni dei brani più belli del trio composto da Kurt Cobain, Dave Grohl e Krist Novoselic. All’interno del disco Rape Me, All Apologies e Dumb, ma con i Nirvana l’unico consiglio giusto è di attaccare, in questo caso spotify e ascoltare tutto. A Bergamo, sempre all’UFO suoneranno il 30 novembre i Teen Spirits audace cover band della formazione di Seattle. Andrea Nava ha il gravoso compito di ricantare come Kurt Cobain, accompagnato dal basso di Roberto Valuta e dalla batteria di Francesco Roncalli.

30 NOVEMBRE – UFO Via delle Industrie 4, Mozzo (BG) – ORE 22

 

Pearl Jam e Ten Legs

Alla Tana del Luppolo di Marne suoneranno invece i Ten Legs, cover band dei Pearl Jam tutta bergamasca, composta da Beppe Fratus alla voce, Andrea Cassina e Mauro Mazzola alle chitarre, Enrico Colombo al basso e Francesco Barba Donadoni alla batteria. Anche per la band di Eddie Vedder il 2018 coincide con il soffio di alcune candeline. Sono quelle dei vent’anni di “Yeld”, quinto album e un ritorno alle origini per una band che come i Nirvana era di Seattle anche se ha vissuto una storia musicale completamente differente. Ma il 1998 per i Pearl Jam fu soprattutto l’anno della registrazione di Last Kiss una cover presa dagli anni Sessanta che arrivò alla seconda posizione nella classifica di Billboard diventando uno dei singoli di maggior successo della band.

17 NOVEMBRE – La tana del luppolo via Marconi 1 Marne Filago – ORE 21.30

The Coldplay e Colorplay

Con un salto pirotecnico lasciamo gli “anta” e corriamo veloci a dieci anni fa. Correva l’anno 2008 quando uscì “Viva la vida or Death and All His Friends”, meglio noto come “Viva la vida” quarto album dei britannici Coldplay. Oltre a vincere un Grammy Award per il miglior album rock, il singolo omonimo Viva la vida ha superato le 500 milioni di visualizzazioni. Il prossimo 23 novembre al Keller si esibiscono per l’occasione i Colorplay, tribute band composta da Pietro Rotini, Marco Carrara, Michele Cingarlini e Andrea Cometti.

23 NOVEMBRE – Keller Factory Via Bergamo 32 Curno – ORE 22.30

Questo sito utilizza cookies tecnici e di analisi statistica, propri e di terze parti. Per maggiori informazioni sui cookie, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, consulta la nostra pagina . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi